I Documenti

16 dicembre 1708

Si legge nell'atto di matrimonio nella Chiesa di San Pietro a Viesca:

(addì 3 novembre 1708) Piero del quondam Luca Piccioli vuol contrarre matrimonio con Diodata di Lorenzo cardi ambidue di questo Popolo. Fatte le tre solite denunzie inter missarum solemnia in tre giorni festivi in questa Chiesa del matrimonio da contrarsi infra i sopradetti. La prima denunzia fu fatta il dì 4 detto giorno di domenica, La seconda il dì 11 detto giorno di domenica. La terza il dì 18 detto giorno pur di domenica, et non essendomi stato riferito alcun canonico impedimento per verba de praesenti in facie eclesie secondo i riti di Santa Madre Chiesa e del Sacro Concilio di rento avendogli interrogati alla presenza di Chimenti Bagiardi di questo Popolo, e di Piero Sestucci del Popolo di Santa Maria a Faella, e avutone il mutuo consenso io P. Lorenzo Francesco Vermigli Curato li congiunsi in matrimonio questo dì 16 dicembre 1758, in fede mano propria.

(ASF XXX I 1236)


Album
necessita di credenziali, 22Mb

continua ->

…bramerebbe di farci un poco di tabernacolo per situarci l'immagine del crocifisso…

Sorprendente è il motivo per il quale viene fatta questa richiesta, trattandosi di innalzare una struttura religiosa.